Proroga SISTRI al 31 dicembre 2016

Arrivata con il decreto “Milleproroghe” l’ennesima proroga SISTRI che di fatto ripropone per tutto il 2016 la situazione in vigore nel 2015: permangono così, per le imprese aventi più di dieci dipendenti che producono rifiuti pericolosi nonché per i trasportatori ed i gestori di rifiuti pericolosi, gli obblighi di iscrizione e di contribuzione al Sistri. Rimangono altresì in vigore gli adempimenti, gli obblighi e le sanzioni in materia di tracciabilità dei rifiuti e le relative scritture ambientali: MUD, registri e formulari contenuti negli artt. 188 – 193 del D.Lgs n. 152/2006.

Continua a leggere »

Dematerializzazione dei registri di carico e scarico degli sfarinati e delle paste alimentari, del burro, delle sostanze zuccherine e del latte in polvere

In attuazione dell’ 1-bis, commi 6, 7, 8, 9 e 10 del cd. “decreto competitività”, convertito con modificazioni dalla L. n. 116/2014, il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, l’8 gennaio 2015, ha emanato i decreti ministeriali n. 8, 9, 10 e 11 recanti le modalità attuative della dematerializzazione dei registri di carico e scarico: •degli sfarinati e delle paste alimentari, di cui all’articolo 12, comma 3, del D.P.R. 9 febbraio 2001, n. 187; •del burro, di cui all’articolo 1, comma 6, della legge 23 dicembre 1956, n. 1526; •delle sostanze zuccherine, di cui all’articolo 28 della legge 20 febbraio 2006, n. 82; •del latte in polvere e degli altri latti conservati, di cui all’articolo 3 della legge 11 aprile 1974, n. 138. I registri dematerializzati sono realizzati nell’ambito del SIAN. Fino al 30 giugno 2015, i registri potevano essere tenuti sia con modalità telematiche che in formato cartaceo,

Continua a leggere »

SISTRI, novità dal “Decreto Milleproroghe”

Con il Decreto “Milleproroghe” (D.L.192/2014) emanato dal Governo gli ultimi giorni di Dicembre 2014, è stata stabilita un’ulteriore proroga al cosiddetto “doppio binario” SISTRI che prevede la contemporanea compilazione del registro rifiuti cartaceo e del registro cronologico SISTRI per via telematica. Queste in estrema sintesi le novità

Continua a leggere »

SISTRI: confermata la partenza al 3 marzo 2014, slittano al 1 gennaio 2015 le sanzioni sul SISTRI

Le recenti modifiche normative, pur confermando la partenza del SISTRI al 3 marzo 2014 per i rifiuti pericolosi, hanno prolungato al 31 dicembre 2014 il cosiddetto “periodo di doppio regime”, durante il quale sarà obbligatorio proseguire anche con la tenuta dei registri di carico e scarico e compilazione dei formulari di trasporto secondo le modalità già in uso. Pertanto anche le sanzioni relative al SISTRI sono sospese fino al 31 dicembre 2014 (entreranno in vigore dal 1° gennaio 2015); in questo periodo rimane comunque vigente il quadro sanzionatorio relativo alla gestione “cartacea” di cui al D.lgs 152/2006.

Continua a leggere »

Sistri: avvio fissato al 1° ottobre per i rifiuti pericolosi

Con  l’approvazione  del DL 101/2013, art. 11, è stata fissata al 1 ottobre 2013  la  partenza del SISTRI (Sistema di controllo della Tracciabilità dei Rifiuti)  per  alcuni  dei soggetti obbligati, tra cui i gestori di rifiuti pericolosi,  i  trasportatori di rifiuti pericolosi a titolo professionale, gli  intermediari  e  i commercianti  di  rifiuti  pericolosi,  e i “nuovi produttori”

Continua a leggere »

F-Gas – Dichiarazione emissioni in atmosfera di gas fluorurati entro il 31 maggio 2013

Obbligatorio per tutte le aziende i cui locali sono provvisti di applicazioni fisse di refrigerazione, condizionamento d’aria, pompe di calore , sistemi fissi di protezione antincendio contenenti 3 kg o più di gas fluorurati ad effetto serra. Quali obblighi per i titolari possessori di queste tipologie di impianti? Il DPR 43/2012 prevede che entro il 31 maggio di ogni anno, a partire dal 2013, gli operatori delle suddette applicazioni fisse di refrigerazione, condizionamento d’aria, pompe di calore, nonché dei sistemi fissi di protezione antincendio contenenti 3 kg o più di gas fluorurati ad effetto serra, devono presentare al Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare

Continua a leggere »